Mostre 2024

Riccardo Moncalvo

Nasce a Torino nel 1915. Inizia  fotografare nel 1928, seguendo le orme del padre Carlo Emilio, titolare dal 1925 dell’atelier di Fotografia Artistica e Industriale. Fin dal 1930 è socio della “Società Fotografica Subalpina”. Negli anni tra le due guerre, sue fotografie vengono pubblicate sugli annuari Luci ed Ombre, punto di riferimento della più avanzata ricerca fotografica in Italia. Moncalvo evidenzia nelle sue immagini un occhio “nuovo” che, pur legato ad un’espressione romantica, tende alla geometria essenziale del segno. E’ tra i primi a realizzare in Italia stampe fotografiche a colori professionali. Storica la sua collaborazione con l‘architetto Carlo Mollino. Partecipa con successo a concorsi di tutto il mondo: in statistica FIAF dal 1956 al 1968, gli viene concessa l’onorificenza di EFIAP nel 1957. Nel 1988 è nominato dalla FIAF Maestro della Fotografia Italiana.

Moncalvo ha posto come caposaldo costante della propria ricerca l’intento di rivelare la forma attraverso la luce. contemporaneamente piegando alla concretezza della realtà l’astrazione costante delle sue immagini con l’introduzione realistica e significante della figura umana, magica e inattesa nella sua apparizione, apparentemente casuale, ma sempre cercata e attesa quale elemento essenziale della propria espressività. Nel suo lavoro, egli, per un acceso senso di deontologia professionale, ha cercato di non deflettere mai dall’impegno di un massimo di applicazione per ottenere, in ogni occasione, tutto ciò che era necessario e possibile ottenere, il tutto senza perdere di vista la propria volontà di declinare insieme le esigenze dei committenti, la varietà delle diverse realtà oggetto di ripresa e la propria visione del mondo che si compone sempre in immagini apparentemente facili e quasi “fatte di niente”.

Marina Miraglia

Numerosi i volumi su di lui pubblicati tra cui diversi monografici:

  1. La fotografia di Riccardo Moncalvo (introduzione di Angelo Dragone, testi di Luigi Firpo, Michele Ghigo, Alfonso Dellavedova). Tipografia Torinese Editrice, Torino, 1976
  2. AUDISIO (a cura di), Presenze. L’avanguardia temperata di Riccardo Moncalvo. Museo Nazionale della Montagna – Regione Piemonte, Torino, 1997
  3. ZANNIER (a cura di), “Figure senza volto”. GAM, Torino, 2001
  4. RETEUNA (a cura di), Oltre il bianco e nero (1980-2001). La contemporaneità in 50 fotografie a colori di Riccardo Moncalvo. Circolo degli Artisti di Torino, Torino 2002
  5. MAGGIO SERRA (a cura di), Torino anni ’30 e ’40. Testimonianze di Riccardo Moncalvo. Fondazione Italiana per la Fotografia,  Torino, 2002
  6. “Se queste pietre hanno salvato un senso”, in “Giorgio Calcagno e i segni del suo inchiostro”. Almese, 2008
  7. GARIMOLDI (a cura di), Riccardo Moncalvo. Piemonte 1930-1970. Priuli e Verlucca/La Stampa, Ivrea 2010
Back to top button