ArchivioDai tavoli di portfolio

VISIONI NOTTURNE – di Doretta Gerevini

.

.

.

.

 

Ogni volta che mi sento spinta a fotografare di notte è come se facessi un piccolo percorso interiore per spegnere i pensieri, alla ricerca di quella pace che spesso manca per motivi diversi.

E’ un dialogo silenzioso con me stessa e con ciò che mi circonda, mi porta a rallentare il passo, solitamente veloce, fino a fermarmi, per poter fermare l’attimo quasi fosse la risposta a ciò che sento e a ciò che provo.

Ogni volta è una scoperta nuova e anche questa volta ho percorso un tratto di strada, complice il mare, la luna, il maestrale e la mia macchina fotografica.

VISIONI NOTTURNE

di  Doretta Gerevini

 

 

Articoli correlati

4 commenti

  1. “Visioni notturne”, di Doretta Gerevini, è un’opera animata da un’idea narrativa artistica per aver comunicato con un linguaggio fotografico metaforico un percorso di ascolto di personali e intimi stati d’animo.
    La presentazione dell’autrice ben ci immette nel suo processo creativo dove l’immagine tecnica fotografica ha un ruolo decisivo nel passare dalla visone del paesaggio notturno al dare forma, con il mosso, alla metafora della complessità dei sentimenti che la notte induce.
    Complimenti a Doretta Gerevini per aver condiviso con noi un momento molto personale che, attraverso la fotografia, in tanti probabilmente si riconosceranno.

  2. L’arte risolve, magari non guarisce ma può sostenere e dare senso.
    Lavori intimi come questo hanno il diritto di essere ascoltati, senza critica alcuna perché siamo nel mondo personale dell’autore che merita rispetto.
    Sono sempre di più i lavori espressivi come quello che ci propone Doretta, tanti e profondi, di quella profondità dell’anima che genera, in chi osserva uno strano stordimento misto a ritegno.
    Ci sentiamo, per dirla in breve, confusi e intimiditi, come entrare in punta di piedi in una casa che non è la nostra, dove il proprietario ha dimenticato la porta aperta.
    Una sana curiosità che ci permette di vedere ma anche di capire.

  3. Un grazie di cuore al Direttore del Dipartimento Cultura per la pubblicazione e l’attenta presentazione del mio portfolio “Visione notturne” dandomi così la possibilità di condividerlo con chi lo vorrà guardare e commentare. E’ un portfolio che io amo e che mi emoziona sempre molto proprio perché, come scrive il Direttore, è un percorso di ascolto di personali e intimi stati d’animo.
    Grazie anche a Isabella Tholozan per il bellissimo e profondo commento che mi fa percepire l’attenta e scrupolosa lettura del mio lavoro.
    …grazie… Doretta

  4. Doretta si pone in gioco con un lavoro intimo e meditativo che affascina per il suo ritmo lento ma pieno di suggestioni. Emerge da queste immagini la necessità dell’autrice di ritrovare, attraverso lenti passi (documentati dal mosso creativo)una serenità interiore e una calma che spesso la nostra vita frenetica ci nega. Doretta si conferma autrice sensibile e ricca di valori, come la sua conoscenza personale mi ha confermato. Complimenti Doretta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button