Artist in the past – di Giulio Parenti

Artist in the past – di Giulio Parenti, C. PIAGGIO

Opera presentata a “Insieme Per La Fotografia” organizzata dal C.F. IL GRUPPO di Colignola (PI)

In una piccola valle tra la Val Freddana e il Monte Pania, in un mulino del settecento trasformato in fucina da un fabbro più di un secolo fa, lavora questo artista del passato, che forgia il ferro, così come facevano i suoi avi tre generazioni fà.
L’acqua scende dal monte, alimenta una dinamo, che opportunamente “eccitata”, produce la poca energia necessaria per far funzionare due semplici lampadine ed un maglio.
Utilizzando ferro proveniente da vecchie longarine ferroviarie, acqua, fuoco e forza manuale, questo “Scultore” estrae dal ferro utensili quali asce, accette, vanghe, pennati, coltelli e monili vari, atti a lavorare la terra.
Tutti questi oggetti sono volutamente uno diverso dall’altro, avendo bilanciamenti differenti, e sono per questo adatti a lavori diversi, pur essendo lo stesso oggetto.

 
Lettura in poesia di Alessandro Scarpellini
Artista del passato
Un fuoco nasconde il tuo cuore,
un amore antico
forgia i metalli
e danza
con le viscere della terra.
Il sole penetra piano,
un respiro di vita
schiarisce il buio
e lo rende duttile…
un sogno, un sorriso.
 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button