ArchivioDai tavoli di portfolio

Volare – di Massimo Morini

 

“Volare ”

di Massimo Morini

Socio del Dopo Lavoro Fotografico D.L.F. Pisa

Opera presentata all’attività “Insieme per la fotografia” dei Circoli Fotografici di Pisa.

Il lavoro vuole sottolineare il modo in cui l’uomo tende, anche con mezzi semplici, a realizzare il suo sogno di poter volare; si passa quindi dal materialismo del mezzo alla gioia del librarsi nell’aria.

Articoli correlati

2 commenti

  1. “Volare” di Massimo Morini è un’opera narrativa tematica perché racconta la propria soggettiva visione di un’esperienza amatoriale del volo umano. L’idea centrale del complesso di immagini è, come dice l’autore, lo stupore di volare con macchine sempre più semplici. E’ la macchina l’elemento d’attrazione, infatti ne vediamo un frammento a terra nella prima immagine, mentre nell’ultima ne contempliamo la completezza in volo. L’uomo ci appare stupito, come al primo decollo, e con un atteggiamento misto tra il timoroso e il sedotto da un’esperienza estrema. E’ un’opera che si limita a osservare e trasmettere la convinzione dell’autore che volare è bello e sicuro.
    Questo lavoro chiude la serie dei portfolio presentati a “Insieme per la fotografia”, attività organizzata dai circoli della Provincia di Pisa, siamo loro grati per aver condiviso con noi i loro lavori.

  2. Un antico sogno dell’uomo quello di volare, librarsi nel cielo deve essere una esperienza unica , a volte nasce da una sfida con sé stessi per dimostrare che si ha coraggio.
    Trovarsi in uno spazio infinito ,guardare in basso e vedere quanto tutto si rimpicciolisca forse dà un senso di dominio chissà , le fotografie di Massimo sono essenziali alla registrazione del volo ,la fotografia per fissare l’evento , c’è senso di gioia, colori e libertà .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button