ArchivioDai tavoli di portfolio

Una vita ad ostacoli – di Raffaello Spanò

“Una vita ad ostacoli” di Raffaello Spanò
 del Circolo fotografico “Il Rivellino”Piombino.

Opera presentata a “Portfolio: istruzioni per l’uso” di Piombino.
 
Nel gruppo degli amici c’è anche Divo, scherza, ride, viene al mare, in gita ed è anche bravo al computer.
Pensate quanta volontà e quanta bravura egli debba avere per fare tutto quello che io faccio senza alcun impegno.
La differenza? Io sono fortunato, lui NO!
Purtroppo, però, nel trascorrere quotidiano c’è sempre un angolo dietro il quale si nasconde una sorpresa ed allora, per lui, sarà sempre: Una vita ad ostacoli

Articoli correlati

6 commenti

  1. “Una vita ad ostacoli” di Raffaello Spanò è un opera narrativa tematica che racconta lo stile di vita di Divo, un uomo dalle grandi qualità! Divo non può camminare e per questo è limitato nella sua mobilità dalle barriere naturali e architettoniche che la sua carrozzina non sempre riesce a superare.
    Il racconto fotografico scelto dall’autore ha quindi un protagonista e una sceneggiatura che ci porta a contatto con la vicenda, la personalità di Divo e il mondo di amici che gli sono solidali, solo alla fine troviamo l’ostacolo invalicabile col treno che non gli permette di viaggiare. L’idea centrale del portfolio è rappresentare l’ampio mondo di relazioni umane e sentimenti positivi che Divo è riuscito a formare attorno a sé, seppur limitato nella sua libertà. Dato che ciò che è rappresentato da Raffaello Spanò è tutto vero, l’opera comunica un grande messaggio di civiltà e un esempio di come dare valore alla propria vita anche se messa alla dura prova di estreme difficoltà.

  2. La sensibilità dell’autore ha portato a trattare l’argomento con molta delicatezza sottolineando i passaggi che la vita riserva e ha riservato a Divo; il soggetto che poi è una parte del soggetto, è l’uomo con la sua difficoltà motoria l’altra è la difficoltà o le difficoltà che si incontrano quotidianamente quali potrebbero delinearsi come fisico/materiali, il superamento di un ostacolo o la dipendenza da altri per alcuni movimenti, e relazionali. In questo lavoro io ci trovo veramente tutto, semplice e profondo. All’autore che leggerà … prendi il mio giudizio/considerazione per quello che vale … io sono un perfetto sconosciuto. Ottimo lavoro.

  3. Ottimo il lavoro di Raffaello Spanò, pieno di sensibilità, fatto quasi in punta di piedi, che ci dimostra tutta la gioia di vivere di Divo, ma nello stesso tempo ci fa vedere quanto difficile sia per una persona con disabilità vivere la vita di tutti i giorni. Ottimo il bianco e nero e ottima la costruzione delle immagini. Complimenti davvero all’autore.

  4. La storia che Spano’ vuole raccontare tocca sicuramente il cuore di tutti noi. Le difficoltà di una vita accentuate e a volte insormontabili quali quelle di un handicap fisico sono qui chiaramente rappresentate. Ci sono pero’ anche diversi momenti di felicità nell’opera, grande forza e determinazione del personaggio che esaltano come si possa con grande determinazione superare tutti gli ostacoli.
    Noto un contrasto tra quello che l’autore dichiara inizialmente di voler trasmettere, cioe’ difficoltà della condizione, ostacoli nel percorso di vita del soggetto e quello che percepisco attraverso le immagini che invece mi trasmettono serenità. Una serenita’ del personaggio dovuta alla sua grande forza interiore di volonta’, di carattere e di accettazione della propria condizione.
    Non riesco a trovare nelle immagini empatia tra il fotografo e lo scatto. Mi sembra che il fotografo non sia entrato appieno in feeling con il personaggio e la storia che voleva raccontare.

  5. Un portfolio che racconta con sensibilità una profonda sincera amicizia, la positività di Divo e la bravura del fotografo a creare empatia con il soggetto. Solo in questo modo possiamo entrare nel suo mondo , ci mostra momenti difficili , ma anche la gioia di fare, di divertirsi, è un grande esempio per tutti noi di amare la vita.

  6. Bravo papa’ … ormai sei un artista affermato …
    Ma sopratutto, bravissimo Divo che ha avuto al pazienza di sopportare le 1000 e piu’ foto che gli avrai fatto rincorrendolo per ogni dove e a tutte le ore 🙂 …
    Un abbraccio a tutti e due
    Andrea Spanò

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button