Animatore CulturaleComunicazioni del Dipartimento

LAB Di Cult 004 FIAF 2016 "Il Silenzio", la Conclusione – di Silvia Tampucci

 
 
 
.
 
.
 
 
.

Silvia Tampucci
Silvia Tampucci
 
 

Passione e condivisione

Le opere fotografiche qui presentate sono il frutto del laboratorio tematico ‘Il Silenzio’ promosso dal Dipartimento Cultura FIAF (Di Cult), svoltosi da marzo a settembre 2016 nelle province di Livorno, Pisa e Lucca.
Il percorso del Laboratorio
Il laboratorio ha seguito le seguenti fasi:
– comunicazione via email dell’iniziativa a tutti i circoli FIAF delle Province di Livorno, Pisa e Lucca;
– contatto con i Delegati Provinciali per poter organizzare tre incontri separati nelle tre province così da presentare il tema e lo svolgimento del laboratorio;
– primi tre incontri conoscitivi nelle tre province;
– da aprile ad ottobre sono stati fatti incontri mensili con gli autori che hanno aderito al laboratorio. Gli incontri si sono svolti a rotazione nelle tre Province così da permettere a tutti di poter essere presenti, cercando di non gravare né come impegno né come spostamenti;
– durante gli incontri sono stati forniti contributi di approfondimento dal Direttore Silvano Bicocchi, sono state presentate le pubblicazioni di Agora’ Di Cult inerenti al tema, sono state portate fotografie di autori che avessero connessioni con il tema proposto.
– dal momento in cui e’ iniziato il laboratorio, è stato chiesto agli autori partecipanti di portare foto che per loro potessero rappresentare “Il Silenzio”, così da poter avviare sia il tutoraggio sul tema sia una critica fotografica. Gli autori sono stati invitati ad inviare privatamente le loro opere così da poterle sottoporre all’attenzione di Silvano e riportare anche le sue riflessioni.
– a settembre si è svolto l’ultimo incontro, durante il quale sono stati presentati i progetti conclusi. Ad ottobre si è svolta la serata di video proiezione presso la Sala Spettacolo di Collesalvetti, con la presenza del Delegato Regionale e dei Delegati delle tre Province.
A novembre tutti i progetti sono stati esposti nell’ambito del festival fotografico 7° ColornoPhotoLife 2016 e nei mesi di novembre, dicembre e gennaio (2017) sono state programmate tre mostre locali nelle tre Province così da poter condividere l’esperienza svolta.
L’attività di laboratorio ha avuto un’imprescindibile e totale libertà espressiva; nessun limite è stato messo alla tipologia ed al numero di immagini potenzialmente realizzabili, tenendo conto dei limiti del pannello espositore.
Conclusioni
L’attività fotografica collettiva svolta all’interno del laboratorio ha permesso di poter avere un confronto costruttivo tra gli autori, permettendo ad ognuno di poter esprimere cio’ che il tema proposto potesse rappresentare, andando ad indagare anche in una sfera emotiva piu’ profonda, portando una crescita sia fotografica sia personale.
Ringraziamenti
Ringrazio Silvano Bicocchi, Direttore del Dipartimento Cultura FIAF, per questa grande opportunità’ e per la fiducia che mi ha accordato affidandomi il laboratorio.
Carlo Lucarelli, Delegato Regionale della Toscana, per esserci sempre stato in questi mesi di lavoro: il suo sostegno e confronto sono stati fondamentali.
I Delegati Provinciali: Maria Cristina Germani e Piero Sbrana, Giancarlo Cerri, Federico Dell’Agnello per la loro disponibilità nel poter svolgere il laboratorio all’interno dei vari circoli delle tre province coinvolte.
I Presidenti dei circoli i cui Soci hanno partecipato al laboratorio, dimostrando che è possibile svolgere un lavoro di collettività che ‘supera’ le barriere dei circoli.
Silvia Tampucci
Foto Club Nove, Livorno
Coordinatore del LAB Di Cult 004 FIAF 2016
 

Una foto per Autore

 

Alessandro Fruzzetti - PRESENZA
Alessandro Fruzzetti
Alessio Brondi
Alessio Brondi
Andrea Giuliano Ravasio
Andrea Giuliano Ravasio
Daniela Frediani
Daniela Frediani
Cristina Ghelardi
Cristina Ghelardi
Elena Bacchi
Elena Bacchi
Elisa Heush
Elisa Heush
Emanuele Carmassi
Emanuele Carmassi
Emiro Albiani
Emiro Albiani
Enrico Barbieri
Enrico Barbieri
Ermanno Gianneschi
Ermanno Gianneschi
Federico Dell'agnello
Federico Dell’agnello
Gaetano Ariti
Gaetano Ariti
Giancarlo Cerri
Giancarlo Cerri
Gianluca Martinucci
Gianluca Martinucci
Giovanni Sarrocco
Giovanni Sarrocco
Giuseppe Paolinelli
Giuseppe Paolinelli
Katia Cirrincione
Katia Cirrincione
Laura Dell'Ira
Laura Dell’Ira
Laura Menesini
Laura Menesini
Licia Stefani
Licia Stefani
Maria Cristina Germani
Maria Cristina Germani
Mario Bellagotti
Mario Bellagotti
Martino Mancini
Martino Mancini
Marzia Levantino
Marzia Levantino
Massimiliano Mammini
Massimiliano Mammini
Maurizio Vichi
Maurizio Vichi
Monia Rocchi
Monia Rocchi
Morena Bellini
Morena Bellini
Paolo Bini
Paolo Bini
Patrizia Del Seppia
Patrizia Del Seppia
Patrizia Tonello
Patrizia Tonello
Raffaella Iebba
Raffaella Iebba
Roberto Petrocchi
Roberto Petrocchi
Romina Fallen
Romina Fallen
Samuele Di Piramo
Samuele Di Piramo
Sandro Lasco
Sandro Lasco
Sara Bertei
Sara Bertei
Silvano Di Fatta
Silvano Di Fatta
Silvia Tampucci
Silvia Tampucci
Vito Lo Piccolo
Vito Lo Piccolo

Le opere complete nel Catalogo on line

Le opere complete le potete scaricare dal Catalogo on line che trovate di seguito:

CATALOGO del LAB Di Cult oo4 FIAF – Il Silenzio_2106  (pdf scaricabile)


Articoli correlati

14 commenti

  1. Il Dipartimento Cultura FIAF nell’azione di affiancamento alle Associazioni propone delle attività ma è completo dominio del Coordinatore la loro realizzazione.
    Il LAB Di CULT 004 FIAF coordinato da Silvia Tampucci ha scelto e compiuto un percorso sorprendente perché ha coinvolto Circoli di tre Province toscane.
    Oggi, con la pubblicazione on line del Catalogo delle opere realizzate, il Laboratorio si conclude con un notevole successo. Un successo che è stato percepibile nell’interesse e nel calore umano che ha caratterizzato l’inaugurazione della mostra allestita alla Fortezza Nuova di Livorno.
    Penso che questa esperienza sia stata possibile grazie alla forte coscienza associativa dei Circoli aderenti alla FIAF di questa parte d’Italia. Un ambiente che dà performance di questo livello non si improvvisa perché occorrono anni di intelligente lavoro, da parte dei Dirigenti locali della FIAF, nel far comprendere l’importanza dell’operare insieme.
    Per questa ragione il Di Cult dà rilievo a questa esperienza ma non la pone come termine di paragone nel misurare l’importanza di un esperienza laboratoriale. Quindi con la stessa veste pubblicheremo tutti i Cataloghi degli altri LAB Di Cult che ovviamente hanno avuto un numero di autori molto minore ma che ci porteranno i loro preziosi messaggi fotografici.
    Il Laboratorio tematico è semplicemente uno spazio di libertà creativa nel quale gli autori lavorano insieme alla realizzazione delle proprie opere.
    La sua importanza non dipende dal numero degli autori partecipanti ma dal realizzare le opere indipendentemente dal loro livello, perché ognuno è in un percorso che può essere stato compiuto in diversa misura. L’importante è compierlo!
    Quindi il Laboratorio Di Cult si qualifica principalmente nell’offrire un’esperienza di Cultura fotografica, questo è il suo fine!
    Il tema “Capolinea”, proposto per il 2017, ha avviato già ben 12 LAB Di Cult appartenenti a 6 Regioni. E’ quindi un’attività che attrae e penso che darà soddisfazione a chi la vivrà.
    Quest’esperienza dei fotografi toscani sia un incoraggiamento per tutti nel procedere con determinazione nei percorsi avviati.

  2. Complimenti Silvia per il tuo bellissimo lavoro di coordinamento e di organizzazione del Laboratorio “il Silenzio” che denota una grande sensibilità e passione.
    Grazie Silvia per aver condiviso con tutti noi questa bellissima conclusione tracciando passo dopo passo il tuo operato per raggiungerla, insieme a tutti coloro che hanno partecipato a questo Laboratorio.
    Io personalmente ne traggo prezioso insegnamento.
    Grazie.
    Doretta Gerevini

  3. Il successo del laboratorio tematico sta proprio nel riuscire a condividere le attività e riuscire a tenere insieme il gruppo di lavoro; Silvia c’è riuscita e credo che possa essere fiera di questo risultato.
    Lavorare in gruppo è una scommessa che, spesso, viene svilita dalle difficoltà che, inevitabilmente, si incontrano strada facendo; fondamentale è quindi lavorare sull’amalgama che bisogna saper creare tra le persone, rispettandone, prima di ogni cosa, le necessità espressive.
    Ora sappiamo tutti che questi progetti si possono fare! Non ci resta che impegnarci e crederci!
    Brava Silvia!

  4. Complimenti Silvia per il meritato successo del laboratorio tematico del Silenzio. Estendere questo progetto ai circoli di diverse province Toscane ha comportato un maggior lavoro ed impegno, ripagato dalla qualità e dalla varietà del lavoro finale.
    Brava Silvia, un abbraccio!
    Barbara

  5. Riuscire a creare un lavoro di gruppo armonico e al contempo capace di dar voce a tante realtà è un progetto di grande impegno e capacità. Complimenti a tutti coloro che hanno collaborato a questo laboratorio e in particolare a Silvia Tampucci che ne è stata promotrice.
    Orietta Bay

  6. Mi associo anch’io ai complimenti meritatissimi per Silvia, per questo laboratorio impegnativo (non è facile coinvolgere tanti circoli e addirittura di tre provincie!); un lavoro svolto con grande coraggio e determinazione. Sottolineo anche la fattiva disponibilità e collaborazione di tutti coloro che hanno reso possibile una produzione così ampia ed eterogenea che offre molti spunti di riflessione. Silvia con la condivisione della sua esperienza ci ha entusiasmati tutti a Bibbiena; a lei il merito di averci fatto da apripista; infatti si sono già avviati 12 laboratori sul tema del 2017, Capolinea, e ci auguriamo che se ne aggiungano altri, spero anche dalla mia regione, le Marche. Mi auguro che i circoli possano accogliere e capire l’importanza di un laboratorio condiviso che non può che essere di arricchimento per tutti.

  7. Silvano con questo post hai chiarito molti dubbi sul “Laboratorio”!
    Complimenti a Silvia Tampucci per l’impegno esemplare che ci ha messo!

  8. Nel guardare le buone fotografie di questo post, sono rimasta colpita dal complesso mondo delle emozioni che, allineando mente e scatto, rappresentano le sensazioni che ogni autore ha ricevuto dalla parola SILENZIO.
    Il laboratorio tematico, così bene coordinato da Silvia, ha fatto sì che, pur rimanendo nella sfera emozionale del singolo, si costruisse un lavoro unitario.Operare in gruppo attiva un ampliamento del proprio orizzonte percettivo dando voce alle esperienze sensoriali personali per parteciparle con
    gli altri.
    Complimenti a Silvia per il grande lavoro svolto e agli autori per averci dato modo di condividere il loro SILENZIO.
    Giovanna De Franchi

  9. Grazie a Silvia Tampucci per averci fatto vedere come portare avanti in modo esemplare un progetto così impegnativo, per arrivare ad ottenere risultati veramente notevoli. Questo suo impegno sarà di sicuro sprone per tutti noi nell’affrontare la nuova sfida. Complimenti Silvia!

  10. Anch’io voglio complimentarmi ancora per l’operato di Silvia. Già il suo percorso lo avevo conosciuto, già le immagini prodotte dai suoi laboratori avevo avuto modo di vederle tutte a Colorno, già ho avuto modo di capire la tenacia e la caparbietà profusi in questo suo percorso. Rivedere ora tutti i progetti in questo post, visto e riletto con più tranquillità, mi hanno fatto apprezzare ancora di più il suo impegno.
    BRA-VIS-SI-MA. COM-PLI-MEN-TI.
    Alla prossima esperienza.
    Ciao, Danilo Baraldi, LAB Di Cult 010 CAPOLINEA.

  11. Penso che l’impegno di Silvia sia stato veramente tantissimo, perché oltre che seguire il laboratorio nella fase creativa lo ha seguito anche nella fase espositiva, cercando spazi e allestendoli.
    Solo una grande passione e capacità di coordinamento permettono questo !
    Ottimo anche il risultato finale del laboratorio che ho apprezzato a Colorno e che ho rivisto molto volentieri nel catalogo.
    COMPLIMENTI a Silvia e a tutti i partecipanti al laboratorio !! Adesso tutti al lavoro con “Capolinea ” !!

  12. Davvero tanti complimenti a Silvia per essere riuscita a trasmettere il suo grande entusiasmo a tutti i partecipanti del laboratorio, e la possibilità a molti di ampliare i propri orizzonti cimentandosi in una ricerca interiore culminata con lo sviluppo di un lavoro che altresi non avrebbe mai visto la luce.
    Da partecipante non posso quindi che ringraziare Silvia e tutti coloro che hanno creduto in lei per l’esperienza vissuta e le persone conosciute.
    Al prossimo Laboratorio…

  13. Grazie, grazie, grazie a Silvia e a tutti quelli che hanno permesso di realizzare una mostra così bella e coinvolgente. E’ stata un’esperienza fantastica! Alla prossima, spero

  14. Ho avuto modo di vedere e toccare con mano alcune fasi, in particolari quelle iniziali, dove il credo di Silvia era stato percepito e accolto positivamente grazie anche all’apertura delle persone verso un qualcosa di innovativo forse per i più, tanto da stupirmi perché abituato all’ottusità diffusa che invece permane nella mia zona di appartenenza.
    È indiscutibile anche la tenacia e la percepibile e palpabile maturazione che velocemente aumentava mano mano che Silvia prendeva coscienza dell’impresa che stava realizzando, diventando così, almeno per il sottoscritto, un esempio di forza e che nella vita….se credi puoi.
    Grazie per quello che hai trasmesso
    Denis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button