ArchivioComunicazioni del DipartimentoCronache

Laboratorio Portfolio On Line 2022

 

Laboratorio Lettura Portfolio On Line 2022

 

La seconda edizione  del laboratorio di lettura portfolio on line si è conclusa ormai da qualche mese, lasciate sedimentare le emozioni è tempo per qualche riflessione. I quattro appuntamenti che hanno accomunato altrettanti festival fotografici dell’ italia centrale, in virtu’ della fruizione telematica, hanno visto la partecipazione di tanti autori provenienti da tutta la penisola.

La motivazione iniziale che ha generato lidea di questa attività è stata quella di creare uno spazio di confronto e di  preparazione per la creazione di un  racconto, portfolio fotografico;  una palestra dove ogni appassionato di questa forma espressiva possa raggiungere una migliore consapevolezza degli strumenti atti a sviluppare e perfezionare il proprio progetto; da qui potrà poi cimentarsi più facilmente ai tavoli di lettura di “Portfolio Italia”, il più importante evento per questa forma d’arte.

Anche questa edizione ha visto una partecipazione così vivace da far registrare il tutto esaurito in ogni singola tappa, sintomo dell’entusiasmo che gli autori riversano nella possibiltà di un confronto aperto sui propri lavori ancora in corso.

Il successo della manifestazione non può che corroborare la convinzione del comitato promotore composto da Massimo Bardelli, Stefania Lasagni, Massimo Mazzoli, Fulvio Merlak, e della Federazione Italiana Associazioni Fotografiche di adoperarsi nella giusta direzione offrendo agli autori la possibilità di partecipare alle attività anche se impossibilitati a raggiungere fisicamente le sedi dei festival fotografici. Allo scopo di sottolineare l’importanza del laboratorio le quattro opere segnalate come vincitrici di tappa  saranno esposte presso il  CIFA (Centro Italiano della Fotografia d’Autore) di Bibbiena (AR) ed integrate nella mostra delle opere vincitrici delle undici tappe di “Portfolio Italia 2022”.

Le attività si sono svolte grazie all’organizzazione di:

The Fiafers Meet Viterbo Portfolio  – Collettivo 42, Magazzino 120 – Viterbo

Carpi Foto Fest – Gruppo Fotografico Grandangolo BFI – Carpi  (MO)

Phes+val Avanguardie Fotografiche – Officine Creative Italiane – Perugia

Photo Portfolio Firenze – Gruppo RIfredi Immagine – Firenze

e alla disponibilità dei seguenti lettori della fotografia FIAF :

Agus Massimo , Angelini Andrea, Bicocchi Silvano, Cavalieri Piera, Cerami Federica, Fantechi Marco,
Genovesi Enrico, Grossi Renza, Ioan Claudia, Lampredi Francesca, Lasagni Stefania, Lauria Attilio,
Mazzoli Massimo, Merlak Fulvio, Monzoni Antonella, Tholozan Isabella, Tuveri Massimiliano.

Vincitori di tappa:

The Fiafers Meet Viterbo Portfolio

EMANUELE FERRARI (Piacenza)
“Una pietra, uno sguardo, una storia”
(12 dittici)

Motivazione: “Un progetto importante sviluppato con dedizione e trasporto per onorare la memoria dei deportati. Ogni pietra d’inciampo con il nome, l’anno di nascita, il giorno dell’arresto, il luogo della deportazione e la data di morte, affiancata ai ritratti dei parenti rimasti, ci rimanda alle biografie tragiche e struggenti di chi, per lo più, ha tentato, anche eroicamente, di opporsi al regime.” (Piera Cavalieri)

Carpi Foto Fest

LUCA FARANFA (Foligno, PG)
“La valle del Menotre”
(32 immagini)

Motivazione: “Un lavoro di narrazione di un territorio italiano nascosto tra i monti, che esplora le relazioni con gli abitanti e la natura, indagando sulla tragicità dell’esistenza di vite vissute in un tempo apparentemente sospeso. L’autore ci riporta un racconto con una coerenza e una proprietà molto strutturata che coinvolge lo spettatore in un’esperienza immersiva.” (Antonella Monzoni , Francesca Lampredi, Federica Cerami)

 

Phes+val Avanguardie Fotografiche

SILVIA RICCI (PERUGIA)
“Più scura la notte, più luminose le stelle”
(10 immagini)

Motivazione: “Per aver saputo narrare con un linguaggio originale e personale il dramma che sta sconvolgendo un popolo che abbiamo imparato a sentire vicino.
Non è per forza necessario essere fisicamente sul luogo ove accadono le cose per poterle raccontare quando si ha la capacità di sentire e di lasciarsi coinvolgere.
Attingendo ed elaborando immagini raccolte dai media l’autrice le interpreta offrendo una ulteriore chiave di lettura, ipotizzando nuove rotte e nuovi confini.”(Stefania Lasagni)

Photo Portfolio Firenze

VIRGINIA CASSANO (Capannoli, PI)
“La “Messe” è finita”
(13 immagini)

Motivazione: “Per la poetica moderna dell’abbandono con cui l’autrice si è aggirata all’interno di uno zuccherificio abbandonato, alla ricerca dell’umanità che non c’è più. La “Messe” è finita, lo stabilimento è finito e si erge come una cattedrale di un tempo passato, dove la vegetazione ha ripreso la propria via tra l’archeologia degli ingranaggi arrugginiti. Quel che c’era cade a pezzi ma Virginia Cassano, con dedizione, trasporto e studio, li ha ricomposti pazientemente, dando vita a una sequenza in cui passato e presente coesistono in equilibrio con i progetti di un futuro auspicabile di ricostruzione”. (Piera Cavalieri)

 

Landformig, uno dei lavori segnalati per la tematica Confini nella tappa curata dal Carpi Foto Fest, realizzato da Stefano Pannucci, ha vinto il primo premio nella prima tappa di Portfolio Italia a Palermo. Crediamo sia un segnale importante.

L’appuntamento è per l’edizione 2023.

Massimo Mazzoli
Comitato Organizzatore Laboratorio Portfolio On line

 

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button